Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

GIORNATA DI STUDI SU NATURA E ANIMALI COME STRUMENTI DI INCLUSIONE SOCIALE

Categoria: News

CATANIA - Uomo-animale-ambiente, un triangolo virtuoso da cui nasce una cura “dolce”, nota con il nome di pet therapy, che conosce continui progressi e una diffusione sempre più ampia in ambito sanitario. L’animale e la natura sono “alleati terapeutici” per la salute dell’uomo, perché contribuiscono ad arricchire il suo patrimonio emozionale e dunque ad apportare anche concreti benefici fisici.
Sarà questa la tematica al centro del convegno “Zooantropologia Didattica Assistenziale, Orti di Pace e Fabbriche Didattiche e Sociali” che si svolgerà venerdì 4 dicembre, alle 9.00, presso l’Istituto scolastico “Ipssar Karol Wojtyla” di Catania, organizzato dall’Ufficio Scolastico Provinciale (Usp), a cui l’Asp Catania partecipa attivamente. La giornata di studi intende promuovere un approccio multidisciplinare nei percorsi per l’integrazione e l’inclusione sociale: la Zooantropologia studia infatti la relazione uomo-animale, con l’obiettivo di  migliorare la loro integrazione nell’ambito sociale e familiare, rispettandone l’autenticità di entrambi. Secondo la ricerca zooantropologica infatti l’alterità animale è ritenuta indispensabile per la realizzazione della persona nelle sue diverse componenti espressive, formative e assistenziali. Gli Orti di Pace, invece, sono campi scolastici e non solo, in cui la terra e i suoi frutti sono concepiti come luogo di cura educativa, in cui avviene uno scambio empatico tra la natura e chi la vive. Infine per Fattorie Didattiche e Sociali s’intendono quelle aziende agricole in cui, attraverso un percorso educativo, è possibile conoscere da vicino la vita degli animali e l’origine dei prodotti che consumano, riscoprendo lo stretto legame esistente tra agricoltura, alimentazione e salute, e praticando percorsi concreti di inclusione sociale per i soggetti svantaggiati.
Dopo i saluti del dirigente dell’Usp di Catania Raffaele Zanoli, del direttore del Servizio di Psicologia Asp Catania Pietro Smirni, del direttore Servizio Igiene Urbana Veterinaria Asp Catania Francesco Puglisi, relazioneranno: Roberto Marchesini, docente di scienze comportamentali applicate all’Università di Padova e direttore della Scuola Interazione Uomo-Animale (Siua); Maria Tomarchio, docente di Pedagogia generale e sociale presso l’Università di Catania; Salvatore Cacciola, responsabile Unità operativa Educazione alla Salute dell’Asp Catania; Francesca Ballali, pedagogista dell’Università di Pavia; Agata Di Luca, coordinatrice del Gruppo H della provincia di Catania. Gli interventi saranno coordinati da Giuseppe Greco, componente del G.l.i.p. (Gruppo di Lavoro Interistituzionale Provinciale).
«L’Azienda sanitaria catanese da anni crede con fermezza nella valenza medica e pedagogica della relazione uomo-animale e nell’importanza dell’educazione all’ambiente – afferma il direttore generale Asp Catania Giuseppe Calaciura – Tali co-terapie, che affiancano le cure tradizionali, rappresentano un approccio efficace per l’integrazione e l’inclusione sociale soprattutto delle fasce più deboli, come bambini, anziani e diversamente abili. Abbiamo realizzato questa sinergia con l’Ufficio Scolastico Provinciale per portare avanti l’obiettivo comune del sostegno terapeutico in ambito didattico».

2 dicembre 2009

Catania, 03/12/2009

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA