Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

STABILIZZATI 55 MEDICI VETERINARI

Categoria: News

CATANIA - Primi giorni di lavoro per i 55 veterinari professionisti convenzionati che dal 1° gennaio sono stati assunti dall’Asp Catania con incarichi ambulatoriali a tempo indeterminato,  a seguito del decreto proposto dall’assessore regionale Massimo Russo e approvato dal ministero della Salute, di concerto con il ministero dell’Economia e delle Finanze.

«E’ dal 2005, data dell’Accordo collettivo nazionale, che i veterinari catanesi con contratti anomali aspettano la stabilizzazione – spiega il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale Giuseppe Calaciura – ciò è stato possibile grazie all’attività politico-amministrativa  dell’assessorato regionale alla Sanità, condotta nel rispetto di una corretta applicazione delle regole e con il rigore che il piano di rientro impone alla nostra regione. La definizione del rapporto di lavoro con i medici veterinari che da tempo prestano un’indispensabile opera sul territorio etneo in tutta la filiera agro-alimentare-zootecnica, garantirà inoltre la serenità occupazionale dei professionisti. Questi ultimi rappresentano una risorsa importante per la pubblica amministrazione, anzitutto perché hanno maturato una grande esperienza negli enti pubblici in cui hanno prestato servizio, e in secondo luogo perché, dopo anni di instabilità economica e occupazionale, sono fortemente motivati».

L’Azienda sanitaria etnea – a seguito dell’emanazione del decreto - ha provveduto, su richiesta dei 55 medici veterinari titolari dei rapporti di lavoro in forza dei contratti di diritto privato vigenti e in possesso dei previsti requisiti, alla trasformazione del rapporto di lavoro, senza alcun aggravio di spesa.

«E’ ormai noto a tutti – continua Calaciura - che la sanità pubblica veterinaria riveste un ruolo indispensabile nella prevenzione primaria per la tutela della salute pubblica e nel rispetto del corretto equilibrio uomo-animale-ambiente. L’attività dei medici veterinari, professionisti da sempre impegnati nel campo del benessere e salute animale e della sicurezza alimentare - diretti dal Capo Settore veterinario Tonino Salina - è indispensabile per affrontare le emergenze sanitarie quali il fenomeno del randagismo e l’eradicazione della brucellosi bovina ed ovi-caprina, attraverso l’applicazione in Sicilia di un piano straordinario triennale».

4 gennaio 2010

Catania, 05/01/2010

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA