Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

RAPPORTO GENITORI E FIGLI, NASCE “DALL’ALTRA PARTE DEL FIUME”

Categoria: News

PATERNO’ - L’età adolescenziale può essere vista come la traversata di un grande fiume impetuoso, che vede da una parte chi ne ha già sperimentato la navigazione, ovvero il genitore, e dall’altra l’adolescente che si affaccia a questa esperienza con le proprie paure e incertezze.
Nasce così “Dall’altra parte del fiume”, il percorso di sostegno alla genitorialità realizzato dall’Asp di Catania attraverso il Distretto sanitario di Paternò, diretto da Domenico Torrisi: un progetto informativo-formativo rivolto ai docenti e ai genitori, articolato in sei incontri, il primo dei quali si svolgerà giovedì 14 gennaio, alle ore 15.30, presso la scuola media “Virgilio” di Paternò, con la partecipazione dei genitori e dei docenti della stessa scuola, del 2° Circolo Didattico e del 4° Circolo Didattico.

«Genitori e insegnanti – spiega il direttore generale dell’Asp Giuseppe Calaciura - saranno protagonisti di un progetto che intende fornire loro una le conoscenze necessarie per orientarsi nel rapporto con figli e alunni, ed essere così in grado di affrontare i propri problemi e quelli degli adolescenti. Gli incontri hanno anche l’obiettivo di promuovere in loro autostima, sicurezza, fiducia: tutto grazie al supporto e alla pluriennale esperienza dei nostri operatori».
I sei incontri del progetto nascono dalla collaborazione tra le Unità operative di Paternò, la Neuropsichiatria infantile (Npi), il Sert, l’Ufficio Educazione alla salute, il Dipartimento di salute mentale, il Consultorio familiare e la Medicina scolastica: “Sarai ciò che sono” è il titolo dell’incontro di domani, tenuto dalla dott.ssa Alfina Scuderi dell’Unità Operativa Neuropsichiatria infantile, che fornirà le informazioni utili sulle caratteristiche psicologiche dell’adolescenza, e gli spunti di riflessione sul modo di essere genitori, attraverso la rivisitazione dell’esperienza passata per comprendere il proprio stile genitoriale.
«Essere genitori è forse il mestiere più complesso da svolgere – commenta Domenico Torrisi – visto il ruolo sempre più cruciale che hanno padri e madri nella gestione delle responsabilità verso se stessi e verso i propri figli: lo stesso nucleo familiare, culla di affetti ma anche di conflitti, negli anni ha subito dei mutamenti di natura sociale e culturale con cui oggi bisogna fare i conti. Questi incontri serviranno proprio a dare il supporto necessario per svolgere al meglio il difficile compito di educare, suggerendo ai padri e alle madri il giusto approccio comunicativo per evitare l’insorgere di conflitti e trasmettendo ai docenti la giusta metodologia per contribuire al percorso di crescita psicofisica degli alunni, che nella scuola trovano una seconda casa».

13 gennaio 2010 (a.l.r.)

Catania, 14/01/2010

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA