Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

CUCINARE SENZA GLUTINE: CORSI ASP PER I RISTORATORI

Categoria: News

CATANIA – Menu per tutti i gusti e per tutte le esigenze. Anche il celiaco può soddisfare le proprie necessità alimentari, abbattendo quelle barriere che spesso - in passato - non gli consentivano di condividere la tavola anche fuori casa: grazie alla sensibilità di ristoratori e albergatori, infatti, oggi è sempre più facile gustare piatti senza glutine. Per imparare a cucinare pietanze prive di questa proteina e, soprattutto, non contaminate dalla stessa, il Servizio igiene alimenti e nutrizione (Sian) dell’Asp Catania, diretto da Elena Alonzo, in collaborazione con l’Associazione italiana celiachia Onlus Sicilia (Aic), organizza corsi di formazione gratuiti e obbligatori, rivolti a tutti i ristoratori e gli albergatori che intendano produrre pasti per celiaci da consumare fuori casa (ristoranti, alberghi, pizzerie ecc), e a tutti gli esercenti che abbiano intenzione di produrre e vendere alimenti per celiaci non confezionati (gelaterie, pasticcerie, pizzerie da asporto, ecc).
«L’incidenza accertata di quest’intolleranza in Italia è stimata in un soggetto ogni 100/150 persone – spiega il direttore generale dell’Asp Catania Giuseppe Calaciura –  l’iniziativa è in linea con la legge 123 del 2005, che riconosce la celiachia come “malattia sociale” e che indica, tra l’altro, la necessità di promuovere progetti atti a evitare che la dieta senza glutine rappresenti un elemento di esclusione sociale. Questo importante programma di educazione alimentare rappresenta dunque per i professionisti della ristorazione, un'occasione in cui dimostrare competenza e sensibilità alle esigenze della clientela». I corsi si articoleranno in due giornate di 3 ore ciascuna dalle ore 14.30 alle ore 17.30 (tre ore di teoria il primo giorno e tre ore di pratica, in cucina, il secondo giorno): domani e mercoledì si svolgerà la prima delle 12 edizioni che si terranno presso l’Istituto Professionale Servizi Alberghieri e Ristorazione Karol Wojtyla di Catania (Via Raccuglia n. 89). Mentre il 22 febbraio partirà il ciclo di Randazzo, presso l’Istituto Professionale Servizi Alberghieri e Ristorazione E. Medi – (via Papa Giovanni Paolo II - Contrada Crocitta).
Tutti i soggetti interessati possono far pervenire al Sian la richiesta di partecipazione, inviando per fax (095-7170179) o posta (Sian Asp Catania – Via Tevere n. 39 – Cerza di S. Gregorio 95027) il modulo d’iscrizione (disponibile presso il Sian, l’Aic Sicilia Onlus e le principali associazioni di categoria), debitamente compilato indicando chiaramente la data prescelta e una o più date sostitutive (qualora il corso prescelto fosse già pieno), in quanto le iscrizioni avverranno in ordine di arrivo delle richieste. Dovranno ritenersi iscritti al corso solo coloro che riceveranno conferma telefonica; a tal proposito si richiede di inserire un recapito telefonico, in assenza del quale non sarà possibile comunicare l’avvenuto inserimento nel corso.  

Calendario delle lezioni

A Catania presso l’Istituto Professionale Servizi  Alberghieri e Ristorazione Karol Wojtyla – Via Raccuglia n. 89  nelle seguenti date:
1) edizione 9 e 10 febbraio 2010
2) edizione 23 e 24 febbraio 2010
3) edizione 2 e 3 marzo 2010
4) edizione 16 e 17  marzo  2010
5) edizione 23 e 24 marzo 2010
6) 30 e 31 marzo 2010
7) 6 e 7 aprile 2010
8) 13 e 14 aprile 2010
9) 20 e 21 aprile 2010
10) 4 e 5 maggio 2010
11) 11 e 12 maggio 2010
12) 18 e 19 maggio 2010

A Randazzo presso l’Istituto Professionale Servizi  Alberghieri e Ristorazione
E. Medi – Via Papa Giovanni Paolo II Contrada Crocitta nelle seguenti date:
1) edizione: 22  e 25 Febbraio 2010
2) edizione: 25 Febbraio e 9 Marzo 2010
3) edizione: 9 e 25 Marzo  2010

COS’È LA CELIACHIA:
La celiachia è un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale. Per curare la celiachia, attualmente, occorre escludere dalla dieta alcuni degli alimenti più comuni, quali pane, pasta, biscotti e pizza, ma anche eliminare le più piccole tracce di farina da ogni piatto. Questo implica un forte impegno di educazione alimentare. Infatti l’assunzione di glutine, anche in piccole dosi, può causare danni. La dieta senza glutine, condotta con rigore, è l’unica terapia che garantisce al celiaco un perfetto stato di salute.

8 febbraio 2010 (a.l.r.)

Catania, 09/02/2010

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA

 
* 


https://www.aspct.it/imghome/banner_percorso_vaccinale_img-20210628-wa0000.jpg >



                         https://www.aspct.it/privacy/documenti/2021/20210114/privacy.jpg

                     

                      

                     https://www.aspct.it/imghome/logo.png
                     https://www.aspct.it/imghome/banner_comitato_consultivo_aziendale_2013.gif

https://www.aspct.it/imghome/logo_sinop_per_link.jpg  

Cersiquo