Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

GIARRE, INAUGURAZIONE DELLA CASA DELLA SALUTE

Categoria: News

GIARRE – Lunedì 15 novembre alle ore 16.30, presso l’ospedale S. Isidoro di Giarre, verrà inaugurato il primo “Pta” - Presidio territoriale di assistenza – della provincia di Catania. L’iniziativa si inserisce nel programma di riordino del Servizio sanitario regionale previsto dalla legge 5 del 2009, per l’ottimizzazione delle prestazioni ambulatoriali delle strutture sanitarie pubbliche ospedaliere e territoriali della Regione Siciliana.
PROGRAMMA - La cerimonia di inaugurazione vedrà la benedizione della struttura da parte di S.E. Mons. Pio V. Vigo, vescovo della Diocesi di Acireale: dopo i saluti del direttore generale dell’Asp Catania Giuseppe Calaciura e del sindaco di Giarre Maria Teresa Sodano, gli interventi del presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, del componente della Commissione “Affari Sociali” Livia Turco, del dirigente generale delle Risorse Umane del ministero della Salute Giovanni Leonardi, del rappresentante dell’Osservatorio Nazionale Formazione dei medici di Medicina Generale Domenico Grimaldi e del presidente dell’Ordine dei Medici-chirurghi Ercole Cirino. Seguiranno le relazioni del responsabile Solsamb (società che sta informatizzato in rete gli ambulatori) Melchiorre Fidelbo, del direttore Scuola Dipartimento Igiene della facoltà di Medicina di Catania Salvatore Sciacca e del dirigente generale dell’assessorato regionale alla Salute Maurizio Guizzardi. Le conclusioni saranno affidate all’assessore regionale alla Salute Massimo Russo. Saranno presenti i rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei Medici di Famiglia, dei Medici di continuità assistenziale (guardia medica), dei medici specialisti ambulatoriali e ospedalieri, nonché del personale del comparto.
COS’E’ IL PTA - All’interno del Presidio territoriale di assistenza gli utenti troveranno il “Ppi” – Punto di Primo intervento operativo h24, sette giorni su sette, che consentirà una risposta in tempi reali ai bisogni di cittadini e filtrerà i “codici bianchi” e parte dei “codici verdi” del Pronto Soccorso del presidio ospedaliero di Giarre (prestazioni non urgenti): sarà operativo - nelle 24 ore - un medico collaborato nelle ore diurne da un infermiere professionale. Inoltre, nel Pta verrà offerta assistenza sanitaria di base specialistica e diagnostica, oltre a uno sportello per “pazienti cronici” e un ambulatorio di “Gestione integrata “ tra Medici di Famiglia e Medici Specialisti.
«Obiettivo del presidio territoriale di assistenza – spiega il direttore Calaciura – è quello del miglioramento della qualità di vita della popolazione grazie a un percorso caratterizzato dal coordinamento della rete cure primarie e continuità assistenziale, deospedalizzazione del paziente portatore di patologia cronica, integrazione socio-sanitaria, ottimizzazione della comunicazione, informazione ed educazione sanitaria e formazione adeguata del personale sanitario medico e non medico. Si propone, così, il miglioramento delle prestazioni ambulatoriali relativamente a tutte le dimensioni dell’offerta sanitaria ed in particolare alla tempestività, appropriatezza, sicurezza, economicità e personalizzazione, attraverso un processo di distribuzione delle energie organizzative tra i diversi comparti dell’Azienda Sanitaria Provinciale Sanitaria». 

Ambulatori operativi dal 15-11-2010 presso il PTA di Giarre

Branca specialistica

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

Oculistica

 

 

 

8.00 – 14.00

 

Oculistica con competenze fluorangiografiche

8.00 – 14.00

 

8.00 – 13.00

 

 

Cardiologia - Ecocardiografia

 

 

 

8.00 – 14.00

8.00 – 14.00

Neurologia

14.00 – 20.00

8.00 – 14.00

8.00 – 14.00

8.00 – 14.00

8.00 – 14.00

Neurologia con competenze EMG

8.00 – 14.00

 

 

 

 

Diabetologia

 

 

7.30 – 14.00

7.30 – 14.00

 

Angiologia

 

 

 

8.00 – 14.00

 

Dermatologia

 

 

 

9.00 – 13.00

 

 

Chirurgia

14.00 - 20.00

14.00 - 20.00

 

 

 

              

11 novembre 2010 (alr)

Catania, 12/11/2010

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA