Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

«L’UNIVERSITÀ PER TUTTI» PARTNERSHIP TRA ASP E ATENEO PER PROGETTI DI INCLUSIONE SOCIALE

Categoria: News

CATANIA –  Diffondere le “buone prassi” per il benessere sociale delle persone con disabilità: è questo l’obiettivo del progetto comunitario “Disability  and social exclusion”, che mira a trasmettere la conoscenza delle condizioni di disagio e delle bisogni delle persone diversamente abili, considerando il contesto socio-sanitario, ambientale, economico, culturale e relazionale in cui vivono, per garantirne una piena ed efficace partecipazione.

Con questa logica si è svolta questa mattina a Palazzo Esa, la conferenza “Università per tutti: la formazione come strumento di inclusione sociale”, organizzata dall’Asp – Nucleo Interventi di Rete diretto da Roberto Ortoleva – in collaborazione con il consiglio regionale di Parità.
«L’Università rappresenta una tappa fondamentale del percorso di vita del disabile – ha spiegato Ortoleva – le competenze e le conoscenze che si apprendono in questa fase, aumentano infatti la possibilità di trovare collocamento nel mondo del lavoro. Oggi siamo qui per fare rete e per implementare, con la collaborazione dell’Ateneo catanese, azioni a favore della disabilità, sia nell’ambito dei servizi, sia in quello dell’offerta formativa».

Grazie alla sinergia attivata tra l’Azienda sanitaria provinciale etnea, l’Università degli Studi e l’Isfol (Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori), sarà infatti possibile partecipare a progetti finanziati per l’inclusione dei disabili, tra cui il programma comunitario “Leonardo”. Quest’ultimo ha il fine di sostenere la formazione professionale e continua per facilitare lo sviluppo personale e la partecipazione al mercato del lavoro europeo, finanziare iniziative di mobilità, progetti di cooperazione per il trasferimento e lo sviluppo di pratiche innovative, partenariati multilaterali e reti di conoscenze focalizzate sui temi chiave del settore.

Il convegno – coordinato dal direttore della Clinica psichiatrica di Catania Eugenio Aguglia e da Carmelo Coco della Task Force Lavoro del Comune di Catania – ha visto gli interventi di Isabella Menichini dell'Agenzia per il Welfare del Comune di Parma; Angelo Gianfranco Bedin – responsabile del Servizio Progetti di sviluppo della Fondazione Don Carlo Gnocchi sul tema “Il progetto universitario come percorso post trauma”; Maria Letizia Di Liberti del dipartimento Famiglia e Politiche sociali della Regione Siciliana su “L’esperienza della Regione nella formazione e occupazione delle persone con disabilità”. Erano inoltre presenti: Liborio Termine dell’Università Kore di Enna; Daniele La Barbera dell’Università di Palermo; Carmelo Pappalardo direttore del Cof (Centro di Orientamento e Formazione) dell’Università di Catania; Santo Carnazzo presidente del CInAP (Centro per l’Integrazione Attiva e Partecipata) dell’ateneo catanese.
 
19 novembre 2010 (alr)

Catania, 24/11/2010

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA