Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

IL 6° PREMIO “FLAVIO COCANARI” AL NUCLEO INTERVENTI DI RETE ASP

Categoria: News

CATANIA - Si svolgerà a Catania il 3 Dicembre 2010 la sesta Edizione del “Premio Flavio Cocanari”, organizzato dalla Cisl nazionale, dalla Cisl Sicilia e dalla Cisl Catania, in ricordo di Flavio, dirigente sindacale responsabile Cisl del settore Handicap, e del suo impegno per l’inclusione dei disabili attraverso la cooperazione con tutti gli attori sociali del territorio.
L’importante riconoscimento verrà assegnato quest’anno all’Asp Catania - dipartimento di Salute mentale, Nucleo Operativo Interventi di Rete - nell’ambito dei progetti “Diversity Manager” che hanno avuto l’obiettivo di promuovere e diffondere buone prassi e modelli virtuosi. Sarà il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni a consegnare il premio al direttore Generale dell’Asp Giuseppe Calaciura, in occasione del convegno nazionale “La disabilità una provoc-azione per la società” che si terrà a Catania venerdì 3 dicembre dalle ore 9.30 presso il “Romano Palace Hotel”.
«Questo prestigioso premio è un traguardo che incoraggia il lavoro svolto dai nostri operatori nell’ottica di costruire una nuova visione di disabilità come valore aggiunto: portatrice di capacità, interessi e grande motivazione, utile per una maggiore produttività. Un ringraziamento va a chi, in questi anni, ha diretto il Nucleo Interventi di Rete – il dott. Roberto Ortoleva – che ha costruito un percorso per l’inclusione socio lavorativa degli utenti, in linea con le politiche volte alla valorizzazione delle differenze e anticipando l’applicazione e la diffusione di “buone prassi” a favore dell’integrazione. Un progetto che ha visto l’organizzazione di un ciclo di formazione rivolto alle figure professionali del settore pubblico e privato, chiamate a gestire tutte le problematiche legate alla diversità nel senso più ampio (mentale, fisica, culturale, di genere, di età); a favorire e sostenere il processo di inclusione delle persone con disabilità psicosociale - attraverso il cosiddetto “collocamento mirato” previsto dalla legge nazionale 68/99 - a promuovere il superamento di stereotipi che generano emarginazione e discriminazione».
In un contesto in cui il tema dei diritti dei disabili merita ancora più attenzione per essere tutelato - dal punto di vista del diritto alla salute, al lavoro, all'inclusione sociale – il convegno – che vedrà la presenza del mondo sindacale e degli operatori sanitari del nostro territorio, vuole lanciare un segnale forte: è possibile, lavorando in sinergia con lo stesso obiettivo, elaborare efficaci politiche di inclusione per i soggetti svantaggiati.

1 dicembre 2010 (alr)

Catania, 03/12/2010

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA