Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

L’ASP CATANIA A ROMA: MODELLO VIRTUOSO PER L’INCLUSIONE SOCIALE

Categoria: News

CATANIA - «L’Italia è l’unico Paese europeo a contemplare una normativa specifica per il “collocamento mirato” dei soggetti con disabilità psico-sociale e la città di Catania da anni realizza una serie di interventi, supportati dalla ricerca e dalla passione per raggiungere obiettivi concreti». Il direttore generale Asp Catania Giuseppe Calaciura sottolinea l’importanza dell’esperienza portata avanti sul territorio etneo da Roberto Ortoleva, responsabile interventi di Rete Asp Catania e di come questa attività rappresenti una buona prassi che dovrebbe diventare norma.

Si ritorna a parlare di Dse (Disability and Social Exclusion) e del lavoro condotto dall’Asp Catania in ragione del convegno nazionale “Disability and Social Exclusion - Buone Pratiche per l’inclusione Sociale”, in programma alla Camera di Deputati a Roma - giovedì 24 marzo 2011 (dalle 9 alle 17.30) nella Sala delle Colonne, a Palazzo Marini.
Il convegno servirà a tracciare le conclusioni finali di un progetto che vede l’Asp Catania in prima fila con l’obiettivo di migliorare l'inclusione delle persone con disabilità analizzando i diversi concetti su cui si basa il Dse: dalla consapevolezza della condizione di disagio delle persone diversamente abili (uomini, donne, bambini e anziani) alla conoscenza dei loro bisogni. Alla presenza del ministro della Gioventù Giorgia Meloni, del direttore Macroarea Politiche e Sistemi Formativi Isfol Domenico Sugamiele, del presidente Commissione Cultura della Camera dei Deputati Valentina Aprea, interverrà anche il direttore generale dell’Azienda sanitaria etnea Giuseppe Calaciura.
Il convegno - che prevede nel corso della giornata anche la presenza del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Maurizio Sacconi - si aprirà con l’analisi del tema: “Scenari: Dove va la Disabilità” cui seguirà “Le Buone prassi -Presentazione di esperienze italiane selezionate dal progetto DSE”, che prevede l’ intervento di Roberto Ortoleva, responsabile interventi di Rete, Azienda Sanitaria Provinciale Catania con Concetta Vaccaro, responsabile Italia del Sud, Consorzio Lavoro in Rete. La sessione “Buone pratiche nelle diverse dimensioni” sarà affidata a Antonino Prestipino, neuropsichiatra infantile ASP Catania. L’argomento “Sensibilizzazione della disabilità” chiuderà la giornata di lavori.

Venerdì, 25 marzo, alle 10.30, nella sede della Città dei Mestieri e delle professioni di Roma e del Lazio, in Via Tuscolana - Roma, seguirà il convegno “Buone pratiche per l’inclusione sociale”, durante il quale sarà presentata la Collana Kairos - “Le buone prassi per l’inclusione socio lavorativa dei soggetti portatori di disabilità psicosociale”. L’incontro sarà condotto da Gianfranco Marocchi, presidente del Consorzio nazionale Idee in Rete e vedrà la partecipazione dei curatori della collana, Roberto Ortoleva, Interventi di rete del Dipartimento Salute Mentale ASP Catania e Concetta Vaccaro, presidente del Consorzio Idea Agenzia per il lavoro di Catania.Previsti interventi di Gianfranco Bedin Fondazione Don gnocchi Alessandra Felice Isfol – Mario Conclave Italia Lavoro.

«I tre  volumi della collana Kairos ED Iraps presentati in un unico cofanetto hanno una valenza didattica e riassumono gli interventi realizzati e il percorso di inclusione sociale del disabile in uno stile narrativo che rende la lettura alla portata di tutti perché l’integrazione è possibile solo attraverso l’unione delle risorse e l’attivazione della rete  attorno a un progetto comune» spiega Ortoleva.

23 marzo 2011 (alr)

Catania, 12/04/2011

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA