Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

NUOVE RISORSE PER I PIANI SULLA SICUREZZA

Categoria: News

CATANIA – Più risorse umane, maggiore efficienza e qualità nel settore della sicurezza. A partire da questa mattina, venerdì 1 aprile 2011, hanno preso servizio presso il Dipartimento di Igiene Pubblica – Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di lavoro - dell’Asp Catania 9 tecnici della prevenzione e 2 ingegneri. Professionisti specializzati che contribuiranno a portare avanti i progetti di prevenzione previsti dal “Piano regionale  straordinario per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro” (attuato con decreto assessoriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana il 28 maggio 2010), per il potenziamento sia delle attività di controllo e vigilanza, che di promozione della salute e sicurezza sul lavoro.
Il piano, a tal fine, prevede l’incremento e la riqualificazione del personale e l’inserimento di nuovi professionisti, con l’obiettivo di realizzare un sistema integrato per la sicurezza sul lavoro e il miglioramento della qualità lavorativa, intensificando la prevenzione e promuovendo il benessere psicofisico dei lavoratori.
«Le dimensioni del fenomeno degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, e l’esigenza di introdurre adeguati strumenti per contrastarlo - spiegano il direttore generale Asp Catania Giuseppe Calaciura e il direttore sanitario Domenico Barbagallo - hanno accresciuto l’attenzione intorno al problema della sicurezza sul lavoro e hanno dato impulso ad iniziative assunte dall’assessore alla Salute Massimo Russo. Le stesse normative indicano nuovi obblighi e responsabilità che richiedono l’aggiornamento continuo degli operatori e una programmazione che individui specifici obiettivi di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, da perseguire in tutto il nostro territorio. In questa direzione, le nuove risorse umane dell’Asp contribuiranno ad aumentare il livello dei controlli e delle verifiche a supporto della sicurezza».

1 aprile 2011 (alr)

Catania, 12/04/2011

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA