Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

ACIREALE, 5MILIONI E 380MILA EURO PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Categoria: News

ACIREALE – «L’anno prossimo il presidio di Acireale sarà dotato di un nuovo impianto di condizionamento, che ci consentirà di evitare alcuni disagi agli utenti – avvenuti nei giorni scorsi - dovuti ai macchinari attualmente presenti, ormai vetusti e superati da prodotti maggiormente innovativi». Parola del manager dell’Asp Catania Giuseppe Calaciura, che annuncia: «Grazie a un appalto integrato per l'esecuzione delle opere occorrenti alla riqualificazione energetica del Presidio Santa Marta e Santa Venera  di Acireale, dell’importo di 5 milioni e 380mila euro, la ditta che si aggiudicherà la gara, avrà anche l’obbligo di sostituire tutta la climatizzazione dell’ospedale».

La gara, già in fase di espletamento (sono state consegnate le buste e a settembre la Commissione tecnica valuterà l’offerta economica più vantaggiosa), si inserisce nel Programma Operativo Interregionale “Energie rinnovabili e risparmio energetico” 2007-2013 nell’ambito delle linee di attività 2.2. e 2.5 “Interventi di efficienza energetica degli edifici e utenze energetiche pubbliche e ad uso pubblico”, rivolto alle Aziende sanitarie locali e alle Aziende ospedaliere pubbliche, attraverso i finanziamenti del ministero dell’Ambiente.

«Tali attività di architettura sostenibile – spiega l’ing. Gaetano Boscarello, direttore dell’Unità operativa complessa dell’Asp “Tecnico” – avranno il duplice obiettivo di ridurre in maniera significativa emissioni e consumi e migliorare i livelli di qualità fruitiva attraverso interventi di ottimizzazione degli impianti. L’ospedale, sebbene sia stato attivato da non molti anni (l’apertura al pubblico risale agli inizi del 2000) ha subìto infatti un iter costruttivo molto complesso, con varie fasi e interruzioni che hanno comportato un precoce invecchiamento delle strutture e degli impianti e, pertanto, grazie ai fondi verranno innalzati standard di benessere ambientale, a fronte di consumi energetici bassi. Le opere principali su cui è imperniato il progetto riguardano gli impianti di riscaldamento, di smaltimento e produzione di acqua calda; gli impianti di condizionamento, elettrici, di illuminazione e l’involucro edilizio».
«Dalla valutazione delle proposte, la ditta aggiudicatrice avrà 90 giorni per presentare il progetto esecutivo – conclude il direttore generale – speriamo di poter offrire ai nostri utenti, entro l’estate prossima, un ambiente confortevole e maggiormente accogliente».

21 luglio 2011 (alr)

Catania, 22/07/2011

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA