Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

CASE DI CURA, ASSEGNATO BUDGET 2011 «INSERITI CRITERI DI PREMIALITÀ PER LA RIDUZIONE DEI RICOVERI IMPROPRI»

Categoria: News

CATANIA – «L’Accordo sottoscritto oggi con le case di cura, ha privilegiato criteri di premialità in relazione agli obiettivi di qualità prefissati dall’assessorato regionale alla Salute». Parola del manager Asp Catania Giuseppe Calaciura che questa mattina – presso la sede della direzione generale dell’Azienda sanitaria etnea – ha firmato il contratto di assegnazione del budget 2011 alle 21 case di cura della provincia di Catania, alla presenza del presidente Aiop (Associazione italiana ospedalità privata) Ettore Denti e del presidente sezione sanità di Confindustria Catania Giuseppe Giuffrida. L’aggregato di spesa provinciale fissato è di 136 milioni di euro e, secondo contratto, le case di cura si impegneranno a migliorare il livello di appropriatezza dei ricoveri; a garantire la tempestività degli interventi chirurgici nella popolazione over 65 per fratture del femore (gli utenti verranno trattati entro 48 ore dal ricovero) e per infarto miocardico acuto (con trattamento entro le 24 ore dal ricovero); a ridurre il numero dei parti cesarei, seguendo così le direttive dell’assessore regionale alla Salute Massimo Russo.
La predisposizione dei contratti e l’assegnazione dei singoli budget alle case di cura sono state seguite dal direttore dell’Unità Operativa Complessa “Acquisizione gestione di prestazioni sanitarie” Concetta Colmet e il direttore Uoc “Ospedalità Privata” Maria Teresa Nisi.
«L’incontro di oggi – ha sottolineato l’avv. Denti – avviene a completamento di una serie di incontri in cui è stato raggiunto un accordo comune grazie alla preziosa collaborazione dei  funzionari amministrativi dell’Asp: insieme, infatti, abbiamo cercato di organizzare al meglio la piattaforma di prestazioni sanitarie che le strutture private dovranno effettuare nell’anno 2011 nel settore delle acuzie, della lungodegenza e della riabilitazione».
Il decreto di riferimento per la firma del contratto è il 1179 del 2011 emanato dall’assessorato alla Salute della Regione Siciliana, in materia di sanità privata accreditata, e prevede l’incremento sul budget per l’adozione di un modello organizzativo “virtuoso” che mira «alla valorizzazione e alla razionalizzazione del sistema sanitario – ha spiegato il vice presidente regionale Aiop Luigi Nesi – il sistema catanese delle case di cura è avanzato ed equilibrato nell’articolazione delle varie branche, l’accordo sottoscritto in data odierna consentirà di innalzare ulteriormente i livelli di appropriatezza ed efficienza nelle prestazioni rese, contribuendo alla costruzione di un’interfaccia ancora più omogenea tra pubblico e privato».

29 agosto 2011 (alr)

Catania, 05/09/2011

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA