Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

AIRS, SETTIMANA NAZIONALE PER LA LOTTA ALLA SORDITÀ

Categoria: News

ACIREALE – Anche quest’anno l’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale di Acireale – diretta da Ignazio La Mantia - ha aderito alla tradizionale “Giornata Nazionale Airs per la Lotta alla Sordità”, organizzata dalla Associazione Italiana per la Ricerca sulla Sordità - Onlus, che quest’anno si svolgerà con alcune rilevanti novità.
In seguito al successo crescente delle precedenti edizioni, la Giornata - in programma per il 29 novembre 2011 - si inserirà all’interno della “Settimana Nazionale Airs per la Lotta alla Sordità” che vuole costituire l’occasione per sviluppare una capillare campagna di sensibilizzazione a favore della prevenzione. «L’iniziativa nasce da un’accurata analisi dei dati della Giornata 2010 – sottolinea La Mantia - dai quali  si evince che solo il 15,4% del campione delle persone che si sono sottoposte all’esame gratuito dell’udito ritiene di avere una buona conoscenza del problema sordità, mentre il 50,6% pensa di avere una preparazione sufficiente e ben il 34% inadeguata. Sono dati che fanno riflettere e che ci motivano a un’azione sempre più articolata sul territorio. Circa otto milioni di persone in Italia soffrono di disturbi uditivi - continua La Mantia - più di mezzo milione le persone adulte con sordità grave invalidante e conseguente handicap di rilevanza sociale, oltre mille i bambini che nascono ogni anno con sordità congenita tale da ostacolare lo sviluppo e l’uso del linguaggio, l’integrazione nella scuola e nella società. Queste le cifre allarmanti fornite dall’Airs che, per aumentare il livello di conoscenza delle opportunità di prevenzione e sensibilizzare l’opinione pubblica, ha coinvolto 250 ospedali distribuiti su tutto il territorio nazionale organizzando, anche quest’anno, la “Giornata Nazionale per la Lotta alla Sordità”». Tra questi l’ospedale S. Marta e S. Venera di Acireale che il 29 novembre metterà a disposizione dell’utenza le strutture della Unità Operativa di Otorinolaringoiatria con il suo Ambulatorio di Audiologia e Foniatria: dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18,00 verranno effettuati gratuitamente esami audiometrici allo scopo di individuare eventuali deficit uditivi (per info e/o prenotazione telefonare ai numeri 095 7677037 – 095 7677119).
«La sordità e i disturbi uditivi ad essa legati – spiega il Commissario Straordinario Asp Catania Gaetano Sirna - costituiscono un importante problema medico e soprattutto sociale, ancora oggi sottovalutato, nonostante ne sia interessato oltre il 10% della popolazione. Colpisce gravemente l’età infantile ove può provocare severe alterazioni nello sviluppo del linguaggio e conseguenti problematiche nella comunicazione e nell’assetto psicologico oltre a gravi situazioni di disagio nelle famiglie». Per tale motivo l’U.O. di Otorinolaringoiatria di Acireale, ha da tempo avviato un progetto pilota che mira ad effettuare uno screening audiologico neonatale su tutti i bambini nati nel presidio acese. Dal 2009, inoltre, lo staff dell’ospedale e del distretto di Acireale, con la sponsorizzazione del Rotary Club di Acicastello, ha avviato uno screening audio-fonologico sui bambini di 4 anni che frequentano le scuole materne del territorio acese.
«La ricerca audiologica è un cantiere aperto - commenta Francesca Nicolosi, audiologa del presidio - e negli ultimi anni si sono registrati incoraggianti progressi sia in laboratorio che nell’uomo, come nel campo dell’individuazione di molte sordità genetiche, della diagnosi precoce della sordità infantile già a pochi mesi di vita, del trattamento delle forme più gravi di sordità neurosensoriale mediante l’applicazione chirurgica degli impianti cocleari, degli studi sul possibile impiego riparativo delle cellule staminali, dell’individuazione delle sordità su base autoimmune, dello studio e trattamento degli acufeni, dell’impiego di nuovi farmaci protettivi per l’udito, della realizzazione di moderni apparecchi acustici mediante tecnologie digitali sempre più avanzate».

23 novembre 2011 (alr)

Catania, 24/11/2011

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA