Asp Catania » Comunicazione » Comunicati Stampa

SICUREZZA SUL LAVORO. STABILITE MODALITÀ ORGANIZZATIVE PER LE VERIFICHE DI IMPIANTI E ATTREZZATURE

Categoria: News

CATANIA – Questa mattina (21 settembre) presso la direzione generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, il commissario straordinario Gaetano Sirna – insieme con il direttore sanitario Domenico Barbagallo, con il direttore del Servizio di Impiantistica e Antinfortunistica Antonio Leonardi, e con altri dirigenti della struttura – ha incontrato gli organismi privati abilitati alle verifiche e ai controlli di sicurezza su macchine, impianti e attrezzature di lavoro. In quanto titolare di queste verifiche infatti, l’Asp di Catania ha convocato una riunione – la prima in Sicilia – con coloro che possono effettuarle con le regole e modalità stabilite dal D.M. 11/4/2011 e dal decreto dell’assessorato regionale della Salute n. 773 dell’aprile 2012.
«È un chiaro intento dell’Asp etnea – ha sottolineato il commissario Sirna – instaurare un rapporto costante con i soggetti abilitati ai fini del miglioramento continuo dei livelli di sicurezza. Nell’ambito della prevenzione degli infortuni, infatti, l’affidabilità e la messa a norma degli impianti e delle apparecchiature è di vitale importanza, basti pensare ai cantieri edili, dove numerosi incidenti sono causati dalle carenze delle attrezzature».
Durante l’incontro quindi – nel rispetto dei ruoli – sono state stabilite direttive per verifiche di sicurezza puntuali e univoche, a beneficio della salute dei lavoratori; inoltre sono state discusse le modalità tecnico-organizzative con cui effettuare i controlli, e le attività di monitoraggio svolte dall’Asp.
«La tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori – ha spiegato Leonardi – è una specifica competenza istituzionale del Dipartimento di prevenzione delle Aziende sanitarie. Al suo interno il Servizio di Impiantistica e Antinfortunistica espleta la propria attività tecnica di prevenzione su macchine, impianti e attrezzature di lavoro presso grandi strutture industriali, ospedali, industrie alimentari e produttive, ma anche presso strutture commerciali e artigiane delle aree di competenza. Ciò al fine di ottenere una riqualificazione periodica per garantire elevati standard di sicurezza e consentire l’utilizzo di apparecchiature efficienti».
In Sicilia il numero degli infortuni mortali sul lavoro ha registrato nell’ultimo triennio un decremento di circa il 40 per cento, «passando dagli 87 del 2009 ai 71 del 2010 fino ai 56 del 2011 (circa il 20 per cento in meno rispetto al 2010 e il 40 per cento rispetto al 2009) – ha specificato Leonardi – un dato significativo dovuto anche alle iniziative come questa, portate avanti dalle Aziende sanitarie provinciali e dall’Assessorato regionale».
La cultura della prevenzione e l’incremento delle verifiche consentono infatti non solo la diminuzione di incidenti e morti bianche, ma favoriscono anche la contrazione della spesa pubblica e sociale che ogni singolo infortunio genera.

21 settembre 2012 (alr)

Catania, 24/09/2012

a cura:
dell'UFFICIO STAMPA

 
* 


https://www.aspct.it/imghome/banner_percorso_vaccinale_img-20210628-wa0000.jpg >



                         https://www.aspct.it/privacy/documenti/2021/20210114/privacy.jpg

                     

                      

                     https://www.aspct.it/imghome/logo.png
                     https://www.aspct.it/imghome/banner_comitato_consultivo_aziendale_2013.gif

https://www.aspct.it/imghome/logo_sinop_per_link.jpg  

Cersiquo